Arriva la Scicli Card – Il Museo di San Vito fa parte del circuito

Dal mese di luglio 2019 è partita la Scicli Card. Un’iniziativa voluta dall’amministrazione comunale e da diverse associazioni, tra cui Esplorambiente, per consentire ai turisti di conoscere le espressioni culturali della nostra città attraverso un circuito di siti visitabili.

Il museo Storico Naturalistico degli Iblei, ospitato nella chiesa di San Vito è all’interno del circuito e visitabile ogni giorno dalle 16.30 alle 20.30.

La card sarà acquistabile in tutti i siti culturali e i musei aderenti al costo di 20€, i bambini sotto i 12 anni non pagano.

Per info visita la sezione contatti

Apertura estiva Museo Storico Naturalistico degli Iblei

Arriva la stagione estiva e ritorna l’appuntamento per tutti con il Museo ospitato all’interno della Chiesa di San Vito, a Scicli.

Esplorambiente rinnova l’invito a visitare il museo facendo un percorso che parte da ciò che più di ogni cosa ci circonda, le terre e le rocce, fino ad arrivare a tutti i loro usi e alle altre attività antropiche che sono state fondamentali per il territorio degli Iblei.

Ingresso libero.

Apertura tutti i giorni dalle 16:30 alle 20:30.

Apertura dal 21 giugno al 23 settembre 2019.

Per info e contatti visita la sezione contatti e la sezione museo.

Esplorambiente per il territorio: ripristino antichi sentieri Calvario

Nella giornata di ieri, domenica 09 giugno 2019, Esplorambiente insieme ad altre associazioni sciclitane tra cui gli Scout e Legambiente, oltre ad altri numerosi volontari hanno ripulito l’antico sentiero che da San Giuseppe porta alla chiesa del Calvario e prosegue poi fino al convento di S.M. La Croce.

Inoltre si è riportato alla luce, dopo anni di abbandono, il proseguimento naturale di via Calvario, di cui già nel 2008, Esplorambiente si era adoperata per la sua pulizia in occasione di un trekking cittadino; il Percorso, attraverso la scalinata ottenuta sulla roccia, parte da via Calvario e prosegue fino a congiungersi con il sentiero più noto.

L’augurio da parte nostra è che la cittadinanza possa sensibilizzarsi al tema e aiutare a mantenere fruibili e decorosi questi antichi percorsi.

Esplorambiente per il territorio: pulizia e riordino dell’area di fronte alla Chiesa di San Vito

Esplorambiente, grazie al lavoro incessante di volontariato da parte dei suoi soci ha sistemato l’area antistante la Chiesa di San Vito a Scicli, sede del Museo Storico-Naturalistico degli Iblei e pulito dalle erbe infestanti la breve scarpata che dà sulla Cava Santa Maria La Nova.

L’area, nonostante sia uno dei belvedere più belli della città barocca, vive in uno stato di semi abbandono e talvolta viene pure vandalizzata.

Con la presenza dei volontari di Esplorambiente il decoro della piazzetta è stato possibile anche attraverso l’istallazione di una staccionata in legno e di un cassonetto per i rifiuti, anch’esso in legno, oltre alla piantumazione di arbusti fioriferi lungo la scarpata e il posizionamento di grandi fioriere per delimitare lo spazio antistante la chiesa e garantire a tutti di poter godere della particolare facciata cinquecentesca.

Cestino in legno.
Vista del sentiero e della scarpata sotto la piazzetta.
Scarpata libera dalle erbe infestanti e con arbusti piantati da Esplorambiente.

L’associazione Esplorambiente si unisce al dolore per la perdita di Sebastiano Tusa

L’Associazione Esplorambiente di Scicli esprime il suo sincero cordoglio per la prematura scomparsa del professore Sebastiano Tusa, archeologo di fama internazionale e assessore ai Beni Culturali della Regione Sicilia. I siciliani perdono un grande archeologo che con professionalità e umiltà si è distinto in ambito nazionale e internazionale lavorando con competenza, serietà e impegno, rivestendo la carica di Sovrintendente del Mare della Regione Sicilia.
Noi tutti ci uniamo al comune cordoglio ed esprimiamo vicinanza ai familiari.

Apertura del museo storico naturalistico degli Iblei nel giorno di Santa Lucia

Come consueto ogni anno, in occasione della ricorrenza di Santa Lucia e dell’apertura della omonima chiesa sul Colle di San Matteo, Esplorambiente apre in maniera straordinaria il museo sito nella chiesa di San Vito. 

Il museo sarà aperto giorno 13 dicembre 2018 dalle ore 9.30 alle 17.00.

Ingresso gratuito. 

Per info e contatti visita la sezione contatti e la sezione dedicata al museo.

Trekking di Natale Esplorambiente: il Colle di San Matteo in Scicli

Torna il nostro appuntamento con l’escursione di fine anno ed Esplorambiente vi porta a scoprire uno dei simboli della città di Scicli: il Colle di San Matteo che domina la città con la sua omonima chiesa, ex matrice della città; un percorso tra antiche chiese, sentieri da riscoprire e grotte fino a qualche decennio fa abitate. 

Appuntamento giorno 23 dicembre 2018 presso piazzale di fronte Cinema Italia, piazza Italia Scicli (RG), ore 8.30.

Livello di difficoltà: 3-5

Durata: 08.30 – 13.00 (ora prevista)

Si consiglia: scarpe da trekking (o simili), cappellino, jeans, acqua. 

Quota di partecipazione: € 5,00 (gratis i bambini fino a 11 anni)

Ai fini organizzativi è gradita la prenotazione con numero dei partecipanti. 

Per info e contatti visita la sezione Contatti

Punteruolo rosso delle palme: anche Costa di Carro sotto attacco

Su segnalazione di un privato cittadino pervenuta all’associazione, successivamente a nostre comunicazioni, indirizzate al Servizio Fitosanitario Regionale, al Comune di Scicli, all’Ispettorato Forestale, alla Soprintendenza BB.CC.AA. e alla Confagricoltura, dell’importante presenza del rincoforo delle palme su tutte le palmizie, il 15 novembre è stato condotto un sopralluogo congiunto nel parco extraurbano di Costa di Carro di Scicli da parte del dott. Pippo Salamone, ispettore del Servizio Fitosanitario della Regione Siciliana, assieme ad alcuni Soci di Esplorambiente.

Durante il sopralluogo è stata evidenziata l’abbondante presenza di punteruolo rosso delle palme (Rhynchophorus ferrugineus Olivier, 1790) soprattutto sulla palma nana (Chamaerops humilis L., 1753) ma anche sulle altre specie presenti nel parco. Si è stimata la presenza di circa il 30% di piante già morte (alcune da almeno un anno) o gravemente attaccate, facendo risalire l’inizio dell’attacco ad almeno due anni fa. È stata altresì costatata la presenza di castnide delle palme (Paysandisia archon Burmeister, 1880), un lepidottero che attacca le palme causando la morte della pianta così come il rincoforo, ma per fortuna con minore intensità e diffusione. La castnide è stata riscontrata solo grazie alla sintomatologia di attacco in fase ancora iniziale, notando solo qualche foglia con le note perforazioni del lembo fogliare a raggiera.

Data la situazione attuale un intervento risanatorio si rende molto difficile da applicare, sia per le condizioni in cui si presenta il parco sia per la ormai diffusa presenza del rincoforo in tutti gli ambienti isolani, tanto da essere stato declassato da organismo da quarantena a organismo nocivo di qualità.

Il nostro auspicio, insieme a tutta la comunità, è che gli enti preposti si attivino affinché possa essere fatta un’opera di manutenzione straordinaria del parco, impegnandosi nella rimozione delle palme già attaccate e nella difesa di quelle vive che certamente, se non si interviene, potranno subire la stessa sorte.

Esplorambiente sta valutando, dietro consiglio del dott. Salamone, di poter istallare delle trappole per il monitoraggio e la cattura massale degli adulti di sesso maschile, con l’intento di ridurre il numero di voli e le possibilità di accoppiamento.

Larva di Rhynchophorus ferrugineus
Esemplari di palma nana attaccati e già morti.

Larva di Rhynchophorus ferrugineus all’interno di un fusto già morto.
Momenti del sopralluogo su una palma.

Foglia di palma nana con perforazione del lembo fogliare da parte di Paysandisia archon.
Stadi morfologici di Paysandisia archon. Fonte Ersaf-Lombardia.
Da sinistra, il dott. Salamone, Rosario Zaccaria e Matteo Scatà.
Un esemplare di Chamaerops humilis già morta.
Veduta parziale di Costa di Carro. Presenti piante morte e piante già attaccate ma ancora vive.
Da sinistra, Leandro Nigro, Rosario Zaccaria, dott. Salamone e Matteo Scatà durante il sopralluogo.

Assemblea annuale dei soci e rinnovo del direttivo.

Oggi 25 novembre i soci di Esplorambiente si sono riuniti per la consueta assemblea annuale nella sede di Palazzo Monasteri. È stata occasione per mostrare i risultati raggiunti durante l’ultimo anno e per programmare gli obiettivi per il nuovo anno sociale che si inaugura con il rinnovo del direttivo.

Molti gli interventi dei soci ricchi di nuove proposte per le attività associative future, fra le altre la volontà di una campagna di sensibilizzazione per l’adesione di nuovi soci in Esplorambiente. Le altre attività saranno presentate al pubblico durante l’anno che sta per iniziare. 

I soci hanno altresì condotto le votazioni per il rinnovo della carica di Direttivo. I cinque eletti sono risultati:

  • Roberta Ficili 
  • Carmelo Galesi 
  • Antonio Iabichino 
  • Guglielmo Russino 
  • Rosario Zaccaria 

Al termine dell’assemblea si è tenuto il consueto pranzo sociale annuale tenutosi presso la Masseria Sgarlata a base di prodotti tipici della tradizione sciclitana.

Alla fine del pranzo sono stati premiati con una targa di riconoscimento per l’impegno nei confronti dell’associazione mostrato negli anni i soci Alessandra Mansueto e Enzo Gazzé per i loro primi 3000 giorni in associazione.

Un augurio speciale va a loro e ai nuovi rappresentanti del direttivo per un proficuo lavoro sempre nel segno di Esplorambiente. 

L’associazione Esplorambiente 
La targa celebrativa. Guglielmo Russino con Enzo Gazzé. 
La targa celebrativa. Guglielmo Russino con Alessandra Mansueto 
Carmelo Galesi con Guglielmo Russino. 

Un momento del pranzo 

Un momento del pranzo 

Momenti dell’assemblea 

Momenti dell’assemblea 

Momenti dell’assemblea 

Momenti dell’assemblea 

Progressione verticale su corda il 14 ottobre 2018

A causa del maltempo l’evento è stato rinviato a data da destinarsi. Buona domenica a tutti. 

Inizia la stagione autunnale e l’Associazione Esplorambiente la inaugura con la progressione verticale su corda presso la forra del fiume Irminio.

Il raduno è alle ore 08:30 di fronte al Cinema Italia – Scicli (RG), dopo le registrazioni dei partecipanti ci sposteremo con mezzo proprio presso la forra.
Pranzo a sacco.
Si consiglia abbigliamento e scarpe da trekking o da ginnastica.

Rientro previsto ore 17:00.

Iscrizione: 5.00€ | Minori inferiori a 11 anni gratis

In caso di pioggia l’evento verrà rinviato

Per info e prenotazioni visita la sezione contatti